Pubblicità su Instagram: come funziona


logo instagram

 

 

Dal 9 Settembre 2015, anche in Italia, Instagram si apre alla possibilità di inserire pubblicità a pagamento, dopo aver mantenuto per anni questa opzione riservata solo a ricchissimi brand molto affermati, che avevano modo di investire cifre inavvicinabili nelle proprie campagna pubblicitarie. Ad oggi, però, le cose sono cambiate e grazie allo sviluppo di nuove API, che tecnicamente rappresentano delle interfacce di programmazione che consentono la gestione del programma, gli utenti avranno a disposizione la possibilità di promuovere le proprie attività in modo semplice e immediato. Questa iniziativa di sicuro successo è appena cominciata ma i risultati non si sono fatti attendere.

A chi può servire la pubblicità su Instagram?

Che vantaggio c’è a pubblicizzarsi su Instagram invece che sui normali social network come Facebook o Twitter?

Per prima cosa, perchè Instagram, dalla data della sua creazione, ha avuto un successo mondiale, con un’ espansione del proprio pubblico di gran lunga maggiore rispetto ai suoi diretti concorrenti. Ogni mese, infatti, ben 300 milioni di persone usano Instagram per condividere e pubblicare le proprie foto. Da quando, inoltre, è stato acquisito da Facebook, esso ha aumentato di gran lunga la fetta di pubblico a cui si rivolge, implementando le proprie funzioni e le possibilità di marketing che offre.

Inoltre, Instagram è il social network con il più alto tasso di crescita per numero di utenti.

Vediamo con qualche esempio pratico, chi può essere interessato ad investire nella pubblicità su Instagram:

1) Se sei titolare di una attività commerciale (parrucchieri, agenzie, commercianti, ristoratori, ecc…) e vuoi sponsorizzare i tuoi prodotti o le tue offerte.

2) Sei un libero professionista (in campo medico-sanitario, giuridico, edile o anche in campo sportivo e di benessere e salute) e vuoi farti conoscere o vuoi mostrare dov’è localizzata la tua attività.

3) Sei il titolare di una struttura turistica (B&B, alberghi, strutture per feste o ricevimenti, ecc…)

Più in generale la pubblicità su Instagram è ideale per tutti i contenuti visivamente accattivanti: le foto e i video sono infatti gli unici mezzi a disposizione dell’advertiser.

La portata di questa novità è tale che le prime stime azzardano come nell’arco di un paio d’anni, il volume pubblicitario su dispositivi mobili potrebbe fare in modo che Instagram superi la concorrenza dei “mostri sacri” della rete, Google,  Twitter o Pinterest.

Per rimanere sulla cresta dell’onda, quindi, è necessario essere costantemente aggiornati sulle novità del traffico in rete e, soprattutto, continuare a investire le proprie risorse in quello che, ormai è chiaro, rappresenta il mondo della comunicazione futura.