Instagram come Facebook: contenuti per rilevanza e non per data


instagram cambio algoritmo copertura

Il momento, da molti temuto e già da tanti marketer fiutato, è arrivato: come naturale conseguenza dell’introduzione delle pubblicità su Instagram, lo scorso 15 marzo è stata pubblicata una notizia che ha alzato un polverone incredibile tra gli addetti del settore e tra tutti quelli che utilizzano Instagram (sia gratis sia con campagne pubblicitarie) per promuovere la propria attività.

Fino ad oggi, infatti, i contenuti su Instagram venivano visualizzati in ordine cronologico – qui un nostro articolo al riguardo. Ma l’algoritmo sta cambiando: ora, così come su Facebook, i contenuti verranno visualizzati “in base agli interessi dell’utente”.

Perchè questa scelta? Semplicemente perchè Instagram è cresciuto molto, i contenuti offerti superano la domanda, e quindi c’è necessità (secondo loro) di operare una “selezione”, in modo da proporre agli utenti i contenuti più pertinenti e non più, semplicemente, tutte le foto di tutte le persone che si seguono in ordine cronologico.

Come tutti ormai sanno, Instagram fa parte del mondo Facebook, quindi gli “interessi pertinenti” verranno stabiliti in base al comportamento degli utenti su quest’ultimo: like, commenti, condivisioni, reazioni su contenuti inerenti un determinato argomento influenzeranno, da oggi in poi, anche i contenuti che ci verranno proposti su Instagram.

La motivazione, in numeri, è stata data da Kevin Systroom, co-fondatore di Instagram, che ha dichiarato che “mediamente le persone non visualizzano circa il 70% dei post sul loro feed Instagram, quindi dobbiamo assicurarci che il 30% che vedranno sia il miglior 30% possibile”.

D’accordo, c’è la possibilità di dare priorità a determinati contenuti su Instagram, ma il modo è decisamente macchinoso e crediamo che meno del 5% degli utenti si adeguerà: per dare priorità alle foto di un determinato utente bisognerà:

  1. Visitare la pagina profilo dell’utente desiderato
  2. Andare nel menù contestuale in alto a destra (i “tre puntini”, per intenderci)
  3. Selezionare “Attiva le notifiche relative ai post”.

Piuttosto macchinoso, non trovate? E’, in pratica, la fotocopia di “Ricevi le notifiche” nelle fan page di Facebook…

Insomma, Instagram sta diventando sempre più simile a Facebook, annullando tutti i vantaggi di una pubblicità gratuita di cui parlavamo mesi fa. Da ora in poi verranno avvantaggiati gli advertiser a pagamento, che saranno gli unici in grado di assicurarsi una presenza forte su questa piattaforma, a discapito degli utenti “free” che vedranno regredire inevitabilmente i loro post in posizioni più arretrate del newsfeed.

E’, a questo punto, ancora più importante inserire Instagram nella propria strategia di marketing pubblicitaria. Questo perché, nonostante queste modifiche che – al momento – sembra non piacciano a nessuno, Instagram rimane il social network con il più alto tasso di crescita degli ultimi anni.

 

 

Contattaci per una consulenza preliminare gratuita sulla promozione della tua attività online



Ti chiediamo di compilare un breve questionario (non ti serviranno più di 5 minuti) che ci aiuterà a capire le tue esigenze.

Clicca qui per la tua consulenza gratuita