Facebook, i bot e l’abbandono dell’email marketing


In tempi non sospetti ( quasi un mese fa ) ho pubblicato un articolo, provocatorio, dicendo che l’idea di “abbandonare le email” in favore della comunicazione tramite Facebook Bots era assolutamente prematura, se non sbagliata.

In questi giorni Facebook ha deciso di bloccare temporaneamente (ma non si sa fino a quando) l’implementazione dei bot sulle pagine.

Perché?

Perché già tanti – troppi – aziende hanno spostato la loro comunicazione, e il risultato è stato un drastico calo nel tasso di apertura dei messaggi privati.

Questo a Facebook non piace: Messenger deve essere una piattaforma per la messaggistica personale, non un veicolo pubblicitario.

Farlo diventare una bacheca pubblicitaria:

1) farebbe crollare il valore di mercato di Messenger
2) farebbe diminuire gli investimenti pubblicitari delle aziende, che preferirebbero inviare messaggi anziché fare sponsorizzate su Facebook.

Ricordate sempre: le email, una volta acquisite, sono VOSTRE, e, finché il cliente non deciderà di annullare l’iscrizione, potrete continuare a raggiungerlo.

Nel peggiore dei casi dovrete cambiare piattaforma per l’invio: Mailchimp, ActiveCampaign, Drip, Aweber, Getresponse…

Con TUTTE le altre piattaforme… beh, dipendete dalle decisioni dei big player.

Facebook potrebbe impedire l’invio di ulteriori messaggi via bot.

WhatsApp potrebbe bloccare l’accesso alle API e quindi limitare l’uso alle sole comunicazioni personali.

Gli operatori telefonici potrebbero decidere che da domani gli SMS costano 3 € anziché 0,03 €

Quindi, come sempre: prima di cadere nell’illusione del nuovo “trucco del marketing”, pensateci due volte!

Contattaci per una consulenza preliminare gratuita sulla promozione della tua attività online



Ti chiediamo di compilare un breve questionario (non ti serviranno più di 5 minuti) che ci aiuterà a capire le tue esigenze.

Clicca qui per la tua consulenza gratuita