Come funziona la pubblicità su Facebook


post-dove-fare-pubblicita1

 

La pubblicità su Facebook non è più un segreto neanche in Italia: a partire dalla seconda metà del 2015 c’è stato un vero e proprio boom di piccole e medie imprese e liberi professionisti che hanno scoperto come Facebook può aiutare a trovare nuovi clienti a costi irrisori, grazie alla sua capillare diffusione ed alle avanzatissime possibilità di targeting.

Perchè fare pubblicità su Facebook?

Facebook è il social network più famoso nel mondo, e il secondo sito per volume di traffico subito dopo Google. Con quasi due miliardi di utenti in tutto il mondo non ha certo bisogno di presentazioni.

La sua enorme potenzialità in campo pubblicitario sono dovute, oltre che alla sua diffusione, anche ad una caratteristica unica: le possibilità di targetizzare (dall’inglese “target”, bersaglio) l’utente ideale, con conseguenti ottime possibilità di trasformarlo in un cliente.

Questo è possibile poichè Facebook, grazie agli utenti, conosce perfettamente ogni nostra abitudine, interesse, informazione anagrafica e comportamento.

Noi, ogni giorno, gli diciamo cosa stiamo facendo, dove ci troviamo, cosa ci interessa (con i nostri commenti, “mi piace” eccetera). Sa quando siamo in vacanza (perchè pubblichiamo foto di dove siamo), sa se siamo fidanzati, sposati o single, di dove siamo, se viaggiamo spesso, se siamo interessati alla moda o allo sport, quanto acquistiamo online, se ci colleghiamo principalmente da telefonino o da pc e una miriade di altri dati. Si contano, in effetti, più di 20.000 diversi parametri.

Questo fa si che un buon marketer possa indirizzare la sua pubblicità a persone realmente interessate al prodotto o servizio da lui venduto. E’ questa la grande differenza rispetto alla pubblicità su media tradizionali (giornali, tv, radio, volantini) ed è questo che fa si che la pubblicità su Facebook sia tra i mezzi con la percentuale di conversione (cioè il rapporto tra quanti vedono la pubblicità e quanti poi acquistano) migliore in assoluto.

Qualche esempio di pubblicità su Facebook

Facebook inserisce i “contenuti sponsorizzati” (le pubblicità) nel normale feed degli utenti, in modo da rendere l’esperienza di navigazione ininterrotta. L’utente non percepisce la pubblicità come un contenuto che interrompe la navigazione, ma come un contenuto come tutti gli altri.

Questo fa si che difficilmente le pubblicità vengano ignorate, a differenza di quelle dei media tradizionali come la tv (dove si cambia canale) o altri siti internet come ad esempio Youtube (dove si ha la possibilità di saltare la pubblicità dopo pochi secondi).

Ecco come appaiono due contenuti sponsorizzati su Facebook da pc e da smartphone:

 

Un contenuto sponsorizzato su Facebook su PC

Un contenuto sponsorizzato su Facebook su PC

 

Un contenuto sponsorizzato su Facebook su smartphone

Un contenuto sponsorizzato su Facebook su smartphone

 

Come si evince dagli screenshot, l’unica cosa che fa capire che si tratti di un contenuto sponsorizzato è la piccola dicitura “Sponsorizzata” in alto a destra.

Questi contenuti compaiono di continuo durante la normale navigazione su Facebook e sono (o almeno dovrebbero essere) estremamente personalizzati in base al target definito da chi ha preparato la campagna pubblicitaria.

Nel secondo screenshot, ad esempio, vediamo la pubblicità di Voverc, un innovativo centralino telefonico online. Ovviamente una pubblicità del genere verrà destinata a piccole/medie aziende e liberi professionisti, di età ragionevolmente giovane (ad esempio dai 25 ai 40 anni), che hanno familiarità con la tecnologia. Verranno evitati, per ottimizzare i costi, le visualizzazioni a studenti, giovanissimi (difficilmente persone molto giovani sono già titolari di impresa) e lavoratori dipendenti e/o in cerca di occupazione.

Perchè evitare queste persone? Semplicemente perchè la pubblicità su Facebook ha costi proporzionali al numero di persone che si vuole raggiungere: ponendo, ad esempio, di voler raggiungere 50.000 persone, è ovvio che si cercheranno di raggiungere le persone con più possibilità di diventare clienti.

Dareste mai un volantino che pubblicizza una salumeria ad un vegano? Nella vita reale non c’è modo di sapere se la persona a cui state dando il volantino è un vegano: Facebook, con ogni probabilità, lo sa.

Potreste voler pubblicizzare la vostra struttura ricettiva di lusso fronte mare: il vostro target sarà un pubblico facoltoso, che ama viaggiare, preferibilmente in posti vicino al mare, che per abitudine viaggi spesso e che ha familiarità con la prenotazione di hotel su internet.

Oppure potreste voler pubblicizzare il vostro studio dentistico: in questo caso il target verrà definito per area geografica (città, provincia, comune…), per età (in base a cosa siete specializzati).

Se siete consulenti potrete offrire i vostri servizi a persone che hanno dimostrato interesse verso i vostri concorrenti.

Allo stesso modo se avete un ecommerce potrete destinare la pubblicità a persone che acquistano abitualmente online da vostri concorrenti o che sono interessate al prodotto che vendete, qualunque esso sia.

 

Quanto costa la pubblicità su Facebook?

Non ci sono costi minimi ne massimi: tutto dipende da quante persone si desidera raggiungere. L’obbiettivo, però, non deve essere raggiungere il maggior numero di persone, bensì acquisire il maggior numero di clienti possibili.

La scelta del budget da investire dipende principalmente dal tipo di prodotto che si intende vendere. Un consulente che vende il proprio servizio a 100 € potrà scegliere di investire anche soli 100 € in una campagna pubblicitaria di un mese. Gli basterà ottenere un solo acquirente per arrivare al punto di pareggio, e nel frattempo avrà raggiunto altre decine di migliaia di persone che potranno diventare suoi clienti nei giorni o mesi successivi.

Un sito internet  che guadagna grazie al traffico dei suoi visitatori potrà scegliere di investire 50 € per 50.000 visualizzazioni, che si potranno tradurre in 2.500 visite al proprio sito. Se ogni visita frutterà 0,03 €, il ROI (Return Of Investment) sarà positivo.

 

 

Contattaci per una consulenza preliminare gratuita sulla promozione della tua attività online



Ti chiediamo di compilare un breve questionario (non ti serviranno più di 5 minuti) che ci aiuterà a capire le tue esigenze.

Clicca qui per la tua consulenza gratuita